4 modi per generare contatti (e clienti) online

da | Mar 12, 2021 | Strumenti | 0 commenti

Ti dicono che per generare clienti grazie al web devi avere una pagina Facebook, pubblicare tutti i giorni su Instagram, fare balletti su TikTok e già che ci sei girare video per YouTube. Fermati, respira, metti da parte per un momento i social e leggi questo blog post. Ti spiegherò come (e perché) devi iniziare a generare contatti da trasformare in clienti subito.

Che cos’è la lead generation

La lead generation è un insieme di azioni di marketing e comunicazione che ha come obiettivo l’acquisizione di contatti di persone che fanno parte del nostro target e che possono essere trasformate in clienti. A differenza del traffico che genera il tuo sito o la tua pagina Facebook, questi contatti sono di persone realmente interessate a ciò che hai da dire/offrire/vendere.

In una delle mie ultime newsletter (se non ti sei ancora iscritto puoi farlo qui), raccontavo di come stare solo sulle piattaforme di altri – come nel caso dei social – sia estremamente pericoloso e di come, invece, la creazione di un database di nomi, cognomi, mail, numeri di telefono sia fondamentale per far crescere (e far fatturare di più) la tua azienda.

Vediamo insieme quattro modi per andare a caccia di questi preziosissimi dati.

1. Contenuti gratuiti

I contenuti gratuiti sono il modo migliore per farsi lasciare l’indirizzo mail e, allo stesso tempo, per mostrare la proposta di valore della nostra azienda. Tramite ebook, pdf, video, prima lezione del corso possiamo far toccare con mano al potenziale cliente cosa vuol dire lavorare con noi, che cosa riceverà se acquisterà dal nostro e-commerce o il nostro video corso.

Funziona così: tu crei per esempio un ebook e lo mostri alle persone che potrebbero essere interessate ad averlo, al tuo target. La persona lo trova interessante, lascia il suo indirizzo di posta elettronica e il documento gli viene inviato direttamente alla casella mail. Et voilà, il contatto è tuo. Ora chiaramente va lavorato, bisogna inserirlo all’interno di un flusso di mail che gli raccontino perché dovrebbe scegliere la tua azienda, come il tuo prodotto o servizio ha risolto il problema del cliente Pinco Pallo e, soprattutto, devi regalare ulteriore valore.

I contenuti che funzionano meglio sono certamente i video, i webinar gratuiti o comunque qualcosa che abbia un contatto diretto e molto forte con te, a maggior ragione poi se sei in live e le persone possono farti delle domande. I pdf scaricabili vanno benissimo e sono sicuramente più veloci e pratici da costruire, ma tieni presente che, proprio perché di così semplice creazione, ne è pieno Internet.

2. Sconti

Ti è mai capitato di entrare su uno shop online e vedere il pop-up che dice “iscriviti alla nostra newsletter e ricevi il 10% di sconto sul tuo primo ordine”? La logica è simile a quella di prima: regalo qualcosa al mio target e in cambio ricevo un indirizzo mail. Nel caso del commercio elettronico solitamente a quel contatto si inviano promozioni, si annunciano i saldi, si comunica che sul sito è disponibile la nuova collezione.

Funziona e funziona molto bene, non tanto a far sì che la persona utilizzi davvero quello sconto perché spesso poi si dimenticano di quel codice (il che a te va anche bene). Hai però così un contatto diretto, te l’ha lasciato lei ed è un chiaro segnale di interesse nei confronti dei tuoi prodotti e servizi.

3. Campagne di raccolta contatti

Se vuoi raccogliere contatti in maniera massiva e più rapida, non puoi esimerti dal far partire una campagna per esempio su Facebook. Prendiamo l’esempio del contenuto gratuito. Lo crei, lo pubblichi sul tuo sito, lo metti sui social e raccogli 1, 2, 10 mail. Per far sì che quel contenuto attragga nuove persone il modo migliore è sponsorizzarlo e mostrarlo, quindi, a un pubblico più ampio di coloro che già ti conoscono e ti seguono.

Facebook però permette anche di creare delle campagne specifiche per la lead generation allegando all’inserzione un modulo nel quale le persone possono inserire lì dentro, senza uscire dalla piattaforma, il loro nome, indirizzo mail e qualsiasi altra informazione tu voglia raccogliere (attenzione però, perché meno è meglio!).

4. Chiedi ai tuoi clienti offline

Hai un negozio fisico? Chiedi ai tuoi clienti il loro indirizzo! Quelli sono contatti estremamente qualificati; sono email di persone che si sono prese la briga di venire da te, magari cercare parcheggio, entrare e acquistare.

Mi dirai “sì ma Erica, cosa me ne faccio della mail di qualcuno che è già mio cliente?”. Mandi offerte personalizzate, promozioni, fai in modo che si ricordi di te e che torni a comprare. E poi lo usi per creare il tuo pubblico personalizzato su Facebook! Se non sai di cosa sto parlando e vuoi saperne di più, leggi il mio post su Instagram dove parlo di pubblico personalizzato e pubblico simile. Fidati, cambierà il modo in cui farai le tue prossime campagne Facebook e Instagram!

Ora che sai quali sono i modi migliori per iniziare a creare il tuo database di contatti, fallo! Non perdere altro tempo!

Vuoi che sia io a generare i contatti per la tua attività? Scrivimi adesso e non lasciarti sfuggire l’occasione di veder aumentare le tue vendite.

ERICA RUDDA
Social media manager

Sono una social media manager di Aosta. Sto tutto il giorno al computer cercando strategie di comunicazione efficaci per web e social.